Buongiorno sono il sole…

Pubblicato: 31 dicembre 2015 in Uncategorized
#‎labuonanotizia‬
31 dicembre 2015-Giovedì-1.a dopo Natale – P
Liturgia: 1Gv 2,18-21; Sal 95; Gv 1,1-18
65e340aa26686c0659ebce59363568bd
+ Dal Vangelo secondo Giovanni
In principio era il Verbo, e il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio. Egli era, in principio, presso Dio: tutto è stato fatto per mezzo di lui e senza di lui nulla è stato fatto di ciò che esiste. In lui era la vita e la vita era la luce degli uomini; la luce splende nelle tenebre e le tenebre non l’hanno vinta.
Venne un uomo mandato da Dio: il suo nome era Giovanni. Egli venne come testimone per dare testimonianza alla luce, perché tutti credessero per mezzo di lui. Non era lui la luce, ma doveva dare testimonianza alla luce.
Veniva nel mondo la luce vera, quella che illumina ogni uomo. Era nel mondo e il mondo è stato fatto per mezzo di lui; eppure il mondo non lo ha riconosciuto. Venne fra i suoi, e i suoi non lo hanno accolto. A quanti però lo hanno accolto ha dato potere di diventare figli di Dio: a quelli che credono nel suo nome, i quali, non da sangue né da volere di carne né da volere di uomo, ma da Dio sono stati generati.
E il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi; e noi abbiamo contemplato la sua gloria, gloria come del Figlio unigenito che viene dal Padre, pieno di grazia e di verità. Giovanni gli dà testimonianza e proclama: «Era di lui che io dissi: Colui che viene dopo di me è avanti a me, perché era prima di me». Dalla sua pienezza noi tutti abbiamo ricevuto: grazia su grazia. Perché la Legge fu data per mezzo di Mosè, la grazia e la verità vennero per mezzo di Gesù Cristo.
Dio, nessuno lo ha mai visto: il Figlio unigenito, che è Dio ed è nel seno del Padre, è lui che lo ha rivelato.
20151231_082712
Buongiorno sono il sole e sono un po’ emozionato perché oggi si mette, temporaneamente, la parola ‘fine’ a un anno fatto di tante cose; belle o brutte che siano state, che ci siano piaciute o no, che avremmo voluto o non avremmo voluto, comunque ci sono state e sono e saranno sempre un puro dono di Dio, come la Carne del suo Figliolo che ha scelto di farsi simile all’uomo non perché l’uomo fosse lontano dal Cielo ma perché il Cielo fosse vicino all’uomo. Il Figlio di Dio ha scelto di farsi Carne e Pane, perché nella vita dell’uomo il pane non mancherà mai, un pane che si lascia prendere, benedire, spezzare e dare, che ha scelto di farsi carne perché è la parte più fragile e palpabile dell’uomo. Un anno in cui, come l’anno scorso e gli anni indietro, ci domandiamo…e mo? Che m’aspetto dal tempo che vivo e che mi è dato da vivere? Come lo uso il tempo? Se abbiamo paura, se siamo turbati, se non siamo mai contenti, se siamo infelici, se quando qualcuno ci chiede: come stai? Rispondiamo: insomma… abbiamo una certezza: non siamo soli! “Abbiamo ricevuto l’unzione dello Spirito Santo” (prima lettura) e questo Spirito che abbiamo ricevuto tutti nel Battesimo, ci accompagna, ci conforta, ci consola, ci rafforza e ci aiuta a percorrere un cammino che talvolta è proprio duro. Il Vangelo è bellissimo ed è la più bella certezza: «La luce splende nelle tenebre e le tenebre non l’hanno vinta» (Gv 1,5).
Sono un po’ emozionato perché mi sento di finire questo anno con un Grazie, grazie per tante cose piccole e grandi che hanno reso il mio cuore più gonfio. Domani ci sarà solo da cambiare il calendario e tutto sarà un nuovo inizio di incontri, di scelte, di slanci o blocchi. Ma è la nostra vita che riprende vita, una vita a volte complicata, sofferente, ma anche bella e luminosa, faticosa e piena, che prende carne dal Verbo di Dio. La Parola fatta carne.
Ripartiamo da qui, ripartiamo con Dio, ripartiamo ringraziando e in questo ultimo giorno cerchiamo un momento, uno spazio, un luogo per mettere tutto nelle mani di Dio: persone e cose che hanno rallegrato o disturbato la nostra esistenza, un attimo di silenzio per passare in rassegna tutto, persone, incontri, eventi, storie, situazioni… tutti quei passaggi di Dio nella nostra vita. Raccogliamo e mettiamo tutto e tutti nelle mani e nel cuore di Dio dicendo semplicemente: GRAZIE DIO!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...