Anno della vita consacrata: Sr Maria Concetta Esu

Pubblicato: 17 gennaio 2016 in Uncategorized

Ancora sulla breccia…

esu

Si chiama suor Maria Concetta Esu ed è una religiosa sarda in Africa dal 1959, la suora ottantunenne citata dal Papa durante l’udienza generale come esempio della dedizione dei missionari incontrati durante il viaggio in Africa.

«Sì era all’incontro con il Papa a Bangui. Le consorelle alla televisione l’hanno riconosciuta e hanno visto che Francesco si è fermato a scambiare qualche parola con lei». A confermarlo è da Oristano la Casa generaliza delle Figlie di San Giuseppe di Genoni, l’ordine religioso a cui appartiene suor Maria Concetta.

Essa sì è distinta soprattutto nel suo accompagnare le donne in uno dei momenti più impegnativi e anche rischiosi della loro vita: mettere al mondo una nuova creatura. E’ ostetrica e nei suoi 81 anni è ancora sulla breccia, imperterrita e fiduciosa. E’ una donna consacrata pienamente fedele al suo carisma, così descritto nell’annuario edito dall’USMI: “Consacrazione, comunione, servizio: ideale evangelico da viversi avendo san Giuseppe come modello e patrono, nel servizio della mediazione orante, aprendo il cuore e la porta ad ogni pena e miseria che possa esserci nel mondo, consolando e aiutando ogni classe di persone”. È una dei missionari incontrati dal papa nel suo recente viaggio in Africa. Ha vissuto le alterne faticose, quando non pericolose, vicende di tutti i missionari del Congo in questi ultimi decenni: lotte interne, fratricide, ed esterne. Ha affrontato con lucidità minacce di morte. Attualmente dirige la maternità che il suo istituto ha a Zongo, una città del Nord della Repubblica democratica del Congo poco lontana da Bangui. Secondo le statistiche in questi 50 anni ha fatto nascere più di 34.600 bambini. Secondo sua stessa affermazione, ella intende rimanere là. La figura del disertore – scappare perché la situazione è pericolosa – ne le piace affatto.
L’USMI gioisce con lei e con il suo Istituto per questa fedeltà. Altre giovani donne seguano, anche laggiù in Africa, la sua testimonianza di donna coraggiosa e semplice, tutta dedita al prossimo…, perciò tutta vissuta nell’amore concreto e fattivo. (B.M.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...