Buongiorno sono il sole…IV domenica di avvento, anno B

Pubblicato: 24 dicembre 2017 in Uncategorized

#LABUONANOTIZIA
IV DOMENICA DI AVVENTO-ANNO B

Buongiorno sono il sole, IV domenica di Avvento Anno B che “ruba” il posto all’ultimo giorno delle Ferie Maggiori di Avvento. Ci teniamo buona l’Antifona “O” ma il Vangelo che la liturgia ci propone oggi è l’Annunciazione a Maria che abbiamo già pregustato in questi giorni con quel NON TEMERE che fa tanto bene ai nostri cuori traballanti.
Oggi è l’ultimo giorno di attesa, come quando si va dal dottore, sali le scale di corsa, tanto ho solo da chiedere due ricette, entri nella sala d’attesa e ti si para davanti un muro di gente che non riesci neppure a contarle e osi un timido: chi è l’ultimo? sapendo che le prossime due ore le passerai lì dentro, sfogliando nervosa tutte le riviste appoggiate sul tavolino. Oggi è l’ultimo giorno di attesa e la nostra fretta, tipica di gente che corre tutto il giorno per fare tutto quello che hai messo in scaletta senza rimandare a domani, superare il guinnes dei primati e migliorare il tuo record personale, deve lasciare posto alla calma che ti fa rimanere ferma a contemplare un Bambino, appoggiato sulla paglia, che con il suo essere indifeso dice a tutti che Lui è Dio.
Tutto nasce da un annuncio, l’annuncio di Gabriele, l’Angelo di Dio, che arriva in Palestina per incontrare Notre Dame de Nazareth.
Non era il 24 dicembre ma un giorno dei tanti, in un paesello tra i tanti, una ragazza normale, una povera casa nascosta in qualche vicolo del paese. Ecco Dio non ha scelto una cattedrale, non ha scelto la casa dei ricchi per incarnarsi, non pregiudica il suo annuncio scegliendo belle liturgie, riti studiati a tavolino, con i ministranti che fanno le prove per non sbagliare l’accensione della candela o mettere troppo poco carbone nel turibolo dell’incenso, per andare in fila per due partendo con lo stesso piede per arrivare sincronizzati all’altare neanche fossero soldatini. Dio sceglie una casa per abitare la storia, sceglie anche le chiese ma abita nelle case degli uomini.
L’angelo arriva e parte bene, la prima parola è già bellezza: Chaîre. Una parola dolcissima che vuol dire: gioisci, rallegrati! In questi giorni la buona notizia ha avuto lo spessore della gioia, in quei non temere abbiamo sentito un Dio che ti mette a tuo agio e oggi a Maria dice il perchè di questa gioia: sei piena di grazia, ti ho riempito della mia stessa vita. In quell’Angelo è Dio in persona che parla alla sua creatura rendendola più bella di quello che già è.
E’ gioia e turbamento, in questo tremore l’Angelo sussurra il suo eterno non temere perchè Dio non vuole la potenza, il saper fare tutto, il non sbagliare mai, la paura che non fa prendere decisioni e ti lascia lì, sdraiata, ad attendere cose che non avverranno mai perchè non ti prendi le tue responsabilità. Dio è il non temere umile, un Dio bambino che farà dei poveri i principi del suo re­gno. La IV domenica di Avvento, dopo il vigilare, raddrizzare, preparare è non temere l’amore.
Rallegrati, sei piena di grazia, concepirai e darai alla luce un il Figlio di Dio. Dopo il turbamento anche a Maria succede di uscire con un’espressione tipica delle nostre: posso fare una domanda? come è possibile? 
Sì, le domande si possono fare, perchè non è mancanza di fede ma essere maturi e consapevoli che se anche ci fosse un mistero troppo grande davanti a noi, abbiamo tutta l’intelligenza necessaria per accettare il mistero e rispondere con dignità alla nostra vocazione: eccomi sono la serva del Signore. Solo allora l’Angelo può ripartire, ma l’ultima parola l’ha detta Maria, la password per aprire il Regno e ricevere quel Bambino che stanotte cambierà la storia. 
O Astro che sorgi,
splendore della luce eterna, sole di giustizia:
vieni, illumina
chi giace nelle tenebre e nell’ombra di morte
Buon Natale amici belli

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...