Buongiorno sono il sole…Ascensione del Signore, Rito Romano – Anno B

Pubblicato: 13 Maggio 2018 in Uncategorized

13 maggio 2018-Ascensione del Signore – P
Letture: At 1,1-11; Sal 46; Ef 4,1-13; Mc 16,15-20

L'immagine può contenere: 1 persona

+ Dal Vangelo secondo Marco. (16,15-20)
In quel tempo, [Gesù apparve agli Undici] e disse loro: «Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvato, ma chi non crederà sarà condannato. Questi saranno i segni che accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno demòni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano serpenti e, se berranno qualche veleno, non recherà loro danno; imporranno le mani ai malati e questi guariranno».
Il Signore Gesù, dopo aver parlato con loro, fu elevato in cielo e sedette alla destra di Dio. Allora essi partirono e predicarono dappertutto, mentre il Signore agiva insieme con loro e confermava la Parola con i segni che la accompagnavano.

Buongiorno sono il sole, ecco l’ultimo atto di Gesù, ha parlato di amore per 40 giorni, dopo la ritrovata gioia pasquale nella quale gli apostoli si sono immersi con la felicità di vederselo vivo, risorto, a ritemprare le loro vite rimarcando il concetto splendido del dono della vita e prima di partire prende gli Undici, la squadra migliore al mondo, imbattibile e sincera, e dice loro soltanto una cosa: “Andate in tutto il mondo”. Li manda in tutto il mondo, perché è lì che lo troveranno d’ora in avanti, tutto quello che è stata la sua vita, i suoi gesti, il suo messaggio, è nelle loro mani, nei loro piedi, nelle loro bocche e deve essere portato per le strade del mondo. Gesù sale al cielo, non li abbandona, ma li vuole vedere fuori dalla crosta delle loro sicurezze, dei loro piccoli punti di vista, dalle loro fragili identità che li hanno tenuti schiacciati. Gesù sale al cielo ma dà indicazioni importanti, il Vangelo ora è per tutte le piazze del mondo, strade e sentieri. Li manda in avanti e lui sale al Padre, come una croce. Li manda e il Padre lo prende nel grembo del cielo, Gesù si siede accanto ma non smette di stare con i suoi, agisce insieme e fa loro sentire la sua presenza.
Questa festa è per noi, è la festa dell’Ascensione, che non è un guardare in alto fino a che la vista di Gesù si perde nel nel cielo, ma è mettere a frutto tutto quello che Gesù ha insegnato da quel giorno in cui ha chiamato ognuno per nome, uno ad uno, per stare con Lui facendo del bene.
Oggi penso alla commozione degli apostoli, al cuore che batte con un po’ di nostalgia mista a tremore e timore di saper fare le cose così come piace a Gesù, ma penso alla mia commozione di saper dire dei sì con la stessa parresia, la stessa franchezza, la stessa audacia, la stessa passione, lo stesso entusiasmo della prima volta. L’ Ascensione di Gesù è una promessa: lui va in cielo ma ci promette, come ha fatto in tutti questi giorni pasquali, di stare con noi per sempre, fino alla fine del mondo. In cambio chiede un compito e una responsabilità, chiede di trasmettere al mondo la bellezza dello stare con lui, scoprire il gusto del nostro Battesimo, dare a tutti quello che abbiamo ricevuto: l’amore più grande, il più grande comandamento, l’amore. Lui torna a casa e si ritrova con il Padre e con lo Spirito Santo a fare festa nella Trinità ma noi abbiamo imparato il cammino che dobbiamo percorrere per ritornare alle nostre radici nel cuore del Padre. Sì, oggi non si può piangere, si deve solo fare festa, una bella festa. Il Padre riaccoglie il Figlio, lo mette accanto a sè e lo guarda fiero del bene che ha fatto, che ha dato, che ha regalato a tutti. Mettiamoci in cammino senza i nostri progetti e le nostre convinzioni che fanno solo da muro alla grazia e osiamo passi nuovi, che portano avanti, che portano in alto, che portano a ricevere l’abbraccio del Padre, a vivere nel Figlio e ad essere accarezzati dallo Spirito Santo. Andiamo, perché come si legge nelle Fonti Francecane, nel Sacrum commercium, i frati a Madonna povertà indicano che “il nostro chiostro è il mondo”. Ciao belli e buona festa!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...