Buongiorno sono il sole… 9 febbraio 2020 – V DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – ANNO A – Rito romano

Pubblicato: 8 febbraio 2020 in Uncategorized

#LABUONANOTIZIA
V DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – ANNO A – RITO ROMANO

xx

Dal Vangelo secondo Matteo Mt 5,13-16
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Voi siete il sale della terra; ma se il sale perde il sapore, con che cosa lo si renderà salato? A null’altro serve che ad essere gettato via e calpestato dalla gente.
Voi siete la luce del mondo; non può restare nascosta una città che sta sopra un monte, né si accende una lampada per metterla sotto il moggio, ma sul candelabro, e così fa luce a tutti quelli che sono nella casa. Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere buone e rendano gloria al Padre vostro che è nei cieli».


Buongiorno sono il sole e vi do una notizia bellissima. Gesù oggi mi dice che io, tu, noi siamo luce del mondo. Non dice: impegnati perché devi essere una luce, dice: tu sei luce perché quello che tu fai si rinfrange e si vedono colori belli, perché sei stata con me e ci stai, perché ti fidi di me e vivi quello che ti chiedo anche con tutta la tua fatica.
È bella notizia dentro un’altra bella notizia, mi dice che io, tu, noi siamo sale della terra, non per farmi gasare e farmi sentire migliore degli altri ma per rassicurarmi sulle mie responsabilità, sui doni che mi fa per gli altri. Non lo dice a me soltanto ma lo dice a noi, comunità, a noi, famiglia, a noi, amici, lo dice al plurale, lo dice a un marito e una moglie che insieme fanno un noi, lo dice a dei compagni di squadra che insieme fanno un noi, lo dice a una comunità di fratelli e sorelle che insieme fanno un noi, lo dice a un gruppo che insieme fanno un noi, perché l’io da solo vale poco ma nella relazione è una forza, è luce all’infinito e dà sapore, un buon sapore.
Noi siamo la luce perché accogliamo Gesù che è la vera luce e questa luce la portiamo in giro come dei candelabri viventi. Come fare? dedicandoci agli altri come farebbe lui, prendendoci cura dell’altro, accogliendo chi è povero e solo, vivendo ‘facendoci caso’, che non è un bel modo di dire per distrarci un attimo sulle storie degli altri, ma è un vivere fuori di sé. Solo così diventeremo luminosi e saporosi, luce del mondo e sale come quello nel piatto che dà sapore al cibo, che si scioglie dentro il cibo confondendosi. Questa la nostra presenza nel mondo: esseri che sanno di qualcosa, che sanno di qualcuno, che hanno ricevuto un dono nel Battesimo e questo dono diventa un gesto di cuore per tutti.
Ecco la buona notizia: noi siamo persone belle che ad un certo punto si accorgono che Dio irrompe nella loro vita e cambiano, diventano persone belle con Dio nel cuore e lo condividono in modo meraviglioso, in modo luminoso, dando sapore, né tanto né poco, q.b., quanto basta per far sentire e far venire il gusto di Dio. Ciao belli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...