Buongiorno sono il sole… 26 febbraio 2020 – Mercoledì delle Ceneri – ANNO A – Rito romano

Pubblicato: 26 febbraio 2020 in Uncategorized

#LABUONANOTIZIA
26 febbraio 2020 – Mercoledì delle ceneri

+ Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 6,1-6.16-18)
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: “State attenti a non praticare la vostra giustizia davanti agli uomini per essere ammirati da loro, altrimenti non c’è ricompensa per voi presso il Padre vostro che è nei cieli.
Dunque, quando fai l’elemosina, non suonare la tromba davanti a te, come fanno gli ipocriti nelle sinagoghe e nelle strade, per essere lodati dalla gente. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, mentre tu fai l’elemosina, non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra, perché la tua elemosina resti nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.
E quando pregate, non siate simili agli ipocriti che, nelle sinagoghe e negli angoli delle piazze, amano pregare stando ritti, per essere visti dalla gente. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa.
Invece, quando tu preghi, entra nella tua camera, chiudi la porta e prega il Padre tuo, che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.
E quando digiunate, non diventate malinconici come gli ipocriti, che assumono un’aria disfatta per far vedere agli altri che digiunano. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, quando tu digiuni, profùmati la testa e làvati il volto, perché la gente non veda che tu digiuni, ma solo il Padre tuo, che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà”.

quaresima 2020

Buongiorno sono il sole, iniziamo la strada che porta alla Resurrezione con un pizzico di cenere in testa per finire con l’acqua sui piedi il Giovedì santo… tutto quello che passa in mezzo si chiama conversione dove l’amore ci spinge a mettere via tutte le maschere che ci siamo messi finora per fingere di essere migliori, tutto quello che passa in mezzo si chiama misericordia dove il deserto la fa da padrone, luogo di paura e di ansia, ma luogo in cui Dio conduce la sua creatura per parlarle sul cuore, per stare con lei senza distrazioni.

Dovremo camminare nel deserto per 40 giorni, solo con la forza di un pizzico di cenere in testa a ricordarci che dobbiamo procedere sporcandoci i piedi, accorgerci di chi ci cammina accanto aprendo il nostro cuore al povero e sentire che non siamo soli perché Dio è con noi e quei piedi alla  fine del cammino ce li  laverà, ce li asciugherà e ce li bacerà segno di un amore senza fine!

Chissà mai che accettando la sfida di abitare questa zona, non scopriremo dentro di noi la nostalgia del Cielo: quella che ti fa venire voglia d’essere pulito, d’essere te stesso, d’abbandonare mille immagini costruite, d’essere semplice per stupire il mondo.

«E il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà».

Buona quaresima in cammino adagio adagio per dissetarci alla vera Sorgente.
Ciao belli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...