Buongiorno sono il sole… 06 settembre 2020 – XXIII domenica T.O. – Rito romano – Anno A

Pubblicato: 5 settembre 2020 in Uncategorized

#LABUONANOTIZIA
06 settembre 2020 – XXIII domenica T.O. – Rito romano – Anno A

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è cb365bd31b9fd7747c2af9c766871970.jpg

Dal Vangelo secondo Matteo
Mt 18,15-20

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Se il tuo fratello commetterà una colpa contro di te, va’ e ammoniscilo fra te e lui solo; se ti ascolterà, avrai guadagnato il tuo fratello; se non ascolterà, prendi ancora con te una o due persone, perché ogni cosa sia risolta sulla parola di due o tre testimoni. Se poi non ascolterà costoro, dillo alla comunità; e se non ascolterà neanche la comunità, sia per te come il pagano e il pubblicano. In verità io vi dico: tutto quello che legherete sulla terra sarà legato in cielo, e tutto quello che scioglierete sulla terra sarà sciolto in cielo. In verità io vi dico ancora: se due di voi sulla terra si metteranno d’accordo per chiedere qualunque cosa, il Padre mio che è nei cieli gliela concederà. Perché dove sono due o tre riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro».


Buongiorno sono il sole, in questa domenica si parla di perdono e di piccoli numeri, quei piccoli numeri che tanto piacciono a Gesù.
Sì, questa domenica la Buona Notizia è tra il quotidiano della vita fraterna, le nostre amicizie, le relazioni, i gruppetti, la Buona Notizia passa anche in mezzo ai conflitti, quelle cose un po’ storte della nostra vita come storte sono certe incomprensioni messe nel cassetto male e che restano i classici del nostro orgoglio ferito che non passano mai. La Buona Notizia oggi passa anche tra le gelosie, i fraintendimenti e tanti altri atteggiamenti normali, quotidiani, che non hanno il sapore del raggio di sole.
Se crediamo, e lo so che lo crediamo, che «dove due o tre sono riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro» allora ricongiungere i muri con un bel ponte, superare la strada del conflitto, riappianare il sentiero dell’amicizia non è cosa da uomini, non ce la potremmo mai fare, ma è cosa di Dio e a noi è dato solo, ma mettendoci il massimo impegno, di salvare l’impronta di Dio in noi. A noi è dato, ed è una cosa grandissimamente bella, di recuperare il marchio impresso nel nostro cuore.A noi è chiesto di recuperare al più presto quell’immagine che c’è in noi e tra di noi attraverso il perdono, i piccoli numeri e la preghiera, solo allora la fraternità, l’amicizia, le relazioni, saranno tutte sul piano della comunione, della Trinità e, quanto più sarà difficile, tanto più sarà semplice!
«Dove 2 o 3» sono piccoli numeri, sono verbi che sanno di intimo, che hanno il sapore di quelle cose vissute tra amiche, che sanno di divino, di parole condivise, di sguardi incontrati.
Sorridi oggi la Buona Notizia ha verbi bellissimi come «ammonire, ascoltare, risolvere, sciogliere, accordare, guadagnare», niente di più bello perchè tra le righe, c’è il verbo salvare, proteggere, custodire. Amare.
Come solo una padre e una madre sanno fare.
Dio con noi è così, a noi è chiesto questo perchè «dove due o tre sono riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro».
Dio è all’opera a noi l’arte di contemplare e di imparare.
Ciao belli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...