Buongiorno sono il sole… 1 agosto 2021 – XVIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – ANNO B

Pubblicato: 31 luglio 2021 in Uncategorized

#LABUONANOTIZIA
1 AGOSTO 2021 – XVIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – ANNO B
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è ord-diocesi-1.jpg

Dal Vangelo secondo Giovanni
Gv 6,24-35

In quel tempo, quando la folla vide che Gesù non era più là e nemmeno i suoi discepoli, salì sulle barche e si diresse alla volta di Cafàrnao alla ricerca di Gesù. Lo trovarono di là dal mare e gli dissero: «Rabbì, quando sei venuto qua?».
Gesù rispose loro: «In verità, in verità io vi dico: voi mi cercate non perché avete visto dei segni, ma perché avete mangiato di quei pani e vi siete saziati. Datevi da fare non per il cibo che non dura, ma per il cibo che rimane per la vita eterna e che il Figlio dell’uomo vi darà. Perché su di lui il Padre, Dio, ha messo il suo sigillo».
Gli dissero allora: «Che cosa dobbiamo compiere per fare le opere di Dio?». Gesù rispose loro: «Questa è l’opera di Dio: che crediate in colui che egli ha mandato».
Allora gli dissero: «Quale segno tu compi perché vediamo e ti crediamo? Quale opera fai? I nostri padri hanno mangiato la manna nel deserto, come sta scritto: “Diede loro da mangiare un pane dal cielo”». Rispose loro Gesù: «In verità, in verità io vi dico: non è Mosè che vi ha dato il pane dal cielo, ma è il Padre mio che vi dà il pane dal cielo, quello vero. Infatti il pane di Dio è colui che discende dal cielo e dà la vita al mondo».
Allora gli dissero: «Signore, dacci sempre questo pane». Gesù rispose loro: «Io sono il pane della vita; chi viene a me non avrà fame e chi crede in me non avrà sete, mai!».


Buongiorno sono il sole, la parola chiave della XVIII domenica è cercare e, se facciamo attenzione, il tema della ricerca torna spesso. Alla fine è una sola la domanda che ci è permesso fare: perché cerco il Signore?

Cosa vuole da Gesù la gente in realtà? Perché lo cerca con quest’ansia? Lo cerca semplicemente perché Gesù è un distributore di pane gratis. Noi cerchiamo Dio perché ci dà la salute, la vita, ci fa andare bene l’esame, ci dà i soldi o, perlomeno, speriamo che questo accada e, quando abbiamo ottenuto tutto quello che abbiamo chiesto, non lo cerchiamo più. La verità è che noi cerchiamo emozioni, ascoltiamo canzoni nostalgiche che scaldino il cuore con i ricordi dei primi amori, alla Messa scegliamo i canti in base a quelli che più o meno toccano le corde del cuore, poi non fa nulla se non ci azzeccano con il Vangelo del giorno. Andiamo a caccia di conferme che non avremo mai e, se le otteniamo, partiamo per altri voli impossibili, cerchiamo esperienze sempre più forti, esercizi spirituali, il mese ignaziano, ritiri e altro ancora e, se questo ancora non basta, se la nostra religione non ci dà più quelle soddisfazioni umane che cerchiamo, ci convertiamo ad altro, seguendo il primo santone che si spaccia come quello che può tutto.
Facciamo così anche con Gesù ma Lui, a queste cose, si sottrae, evita tutti quelli che lo cercano per ottenere dal Signore qualcosa e si rivela solo a coloro che cercano il Signore per il Signore e che vogliono seriamente vivere una vita spirituale: creare una relazione con Dio e avere fiducia nei fratelli.
Cosa dobbiamo fare?
Prima di occuparci di cosa fare c’è da accorgersi di ciò che fa Dio per noi. Noi siamo fatti!
Cosa devi fare? Guarda come sei fatto! Sei figlio di Dio, no? Questa è l’opera di Dio: Lui ti ha fatto suo figlio. Diventa ciò che sei poi vedrai che farai le opere di Dio e farai bello il mondo. Intanto domanda al Signore di credere, che vuol dire affidarsi, fidarsi e seguire Gesù. Dio non va cercato perché in qualche modo ti soddisfa ma perché ti riempie il cuore.

È il mistero dell’Eucaristia, dove in un piccolo pezzetto di pane c’è il Tutto, il Mio corpo dato per voi.

Lui è il Pane che accetta tutta la sua esistenza come Segno d’amore del Padre, vive nella gioia di questo amore e sa amare i fratelli con piena libertà ed è questa la vita che ci vuol portare sulla terra.
Io sono il Pane di vita che sfama l’infinito desiderio di bene e di felicità, che nutre l’anima, che colma di senso tutti i sogni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...