Buongiorno sono il sole… 3 ottobre 2021 – XXVII Domenica del tempo ordinario – Rito romano – Anno B    

Pubblicato: 2 ottobre 2021 in Uncategorized

#LABUONANOTIZIA
3 ottobre 2021 – XXVII Domenica del tempo ordinario – Rito romano – Anno B  


Dal Vangelo secondo Marco
Mc 10,2-16
 
In quel tempo, alcuni farisei si avvicinarono e, per metterlo alla prova, domandavano a Gesù se è lecito a un marito ripudiare la propria moglie. Ma egli rispose loro: «Che cosa vi ha ordinato Mosè?». Dissero: «Mosè ha permesso di scrivere un atto di ripudio e di ripudiarla».
Gesù disse loro: «Per la durezza del vostro cuore egli scrisse per voi questa norma. Ma dall’inizio della creazione [Dio] li fece maschio e femmina; per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due diventeranno una carne sola. Così non sono più due, ma una sola carne. Dunque l’uomo non divida quello che Dio ha congiunto».
A casa, i discepoli lo interrogavano di nuovo su questo argomento. E disse loro: «Chi ripudia la propria moglie e ne sposa un’altra, commette adulterio verso di lei; e se lei, ripudiato il marito, ne sposa un altro, commette adulterio».
Gli presentavano dei bambini perché li toccasse, ma i discepoli li rimproverarono. Gesù, al vedere questo, s’indignò e disse loro: «Lasciate che i bambini vengano a me, non glielo impedite: a chi è come loro infatti appartiene il regno di Dio. In verità io vi dico: chi non accoglie il regno di Dio come lo accoglie un bambino, non entrerà in esso». E, prendendoli tra le braccia, li benediceva, imponendo le mani su di loro.


Buongiorno sono il sole, i versetti di Buona notizia che leggiamo oggi hanno in sé una diatriba nei confronti di Gesù messo alla prova dai farisei con domande sull’adulterio e sul ripudio e un tocco di tenerezza ad appianare la strada, riportando ordine per camminare sui sentieri del Vangelo.

Il tema sembra essere quello del divorzio, tema frequente ai nostri giorni ma, il problema, non è il divorzio per loro è il matrimonio, così come lo intende Dio, dove diventa difficile stare insieme perchè è sempre l’amore quel di più che ci rende simili a Dio ma dove manca, oh sì. che è difficile stare insieme e si cerca altro.
Il matrimonio come piace a Dio è nel libro della Genesi (1,27): «Dio creò l’uomo maschio e femmina a sua
immagine e somiglianza», dove immagine e somiglianza non è Dio maschio o Dio femmina ma è la reciprocità nel dono e non nel possesso. Immagine e somiglianza del divino è la comunione d’amore, uno diventa dell’altro e, nell’unico amore, i due sono uno, come Dio che è Trinità, ed è per questo che San Paolo dirà che “il matrimonio è un grande mistero“. Il matrimonio è la più bella notizia mai sentita, è il grande mistero di Cristo e della sua Chiesa, è l’unione di Dio con noi, il divorzio  nasce solo «per la durezza del nostro cuore».

La buona notizia è Gesù che parla di cuore, di cosa porti al cuore invece che stare a soppesare cosa è lecito e cosa no. Gesù lo dice a chi sta vivendo la sclerocardia, a chi vive con il cuore duro, a chi è incapace di amare perché ha difficoltà ad essere amato. Gesù parla a loro spostando l’accento dalla legge all’amore, alla libertà. Questo è il matrimonio che Dio ha fatto e che non si può imporre per legge, amare non si può per legge! 
«Per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due diventeranno una carne sola. Così non sono più due, ma una sola carne. Dunque l’uomo non divida quello che Dio ha congiunto».
Ciò che Dio congiunse, uomo non separi!
Amore, come dice Sant’Ignazio di Loyola, è lodare, rispettare e servire, se manca un elemento mancano tutti.
Lodare è essere contento dell’altro e delle cose e, come noi siamo bravi a criticare, a vedere il male, possiamo essere bravissimi a lodare: chi ama vede il bene e crea il bene, con quello stesso sguardo che il Signore ha sulla creazione quando vede ciò che ha creato e dice: “Che bello!” e dell’uomo dice: “Molto bello!”.
Lodare è dire che sei contento che l’altro sia meglio di te, è dire all’altro: “Che bello!”. 
Amare è fare come Dio: lodare, rispettare e servire l’altro perché sia se stesso e per diventare immagine e somiglianza del Signore in questa relazione con chi è diverso da noi, accettandola la diversità, abitando la diversità dell’altro, abbracciandola, perchè è proprio la diversità dell’altro il luogo di comunione che ci fa crescere insieme.

Il divorzio nasce da qui, è il peccato che non ti fa accettare che Dio ti ami e allora tu non ami più nemmeno te e tantomeno l’altro ma c’è un’altra possibilità ed è il cammino che dura tutta la nostra vita, unirci a chi è diverso «e i due saranno una carne sola».
L’altro non è un rivale, uno strumento, un oggetto, ma è una persona da amare con lo stesso amore con
cui sono amato ed è Dio quello che congiunge, è Dio che fa il matrimonio, che lo tiene insieme, è Lui che congiunge.  Il matrimonio viene da Dio, stare insieme viene da Dio ed è nella misura in cui accogliamo questo dono che diventa possibile farlo. Questa è la possibilità che ci è offerta.
Amici belli, quando va male una relazione, un’amicizia, un matrimonio c’è una grossa sofferenza perché non siamo fatti per il fallimento ma per la realizzazione dell’amore, è una sofferenza perchè siamo fatti proprio a immagine del divino, siamo bisogno di amore.
Come in una corda a tre fili, c’è un Terzo che dice: «Amatevi come io vi ho amato». 
È Dio il Terzo che rende possibile la comunione fra i due, che la rende più forte, più resistente.
A costruire ci si impiega una vita, a distruggere un attimo ma, costruire giorno per giorno, è di chi si accorge che c’è Qualcuno che è presente, che si mette all’opera insieme facendoci vedere nell’altro il “Che bello!” di Dio.
Ciao belli

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...