Buongiorno sono il sole…

Pubblicato: 18 agosto 2015 in Uncategorized

18 agosto 2015-Martedì-S. Elena-20.a tempo ordinario – IV
Liturgia: Gdc 6,11-24a; Sal 84; Mt 19,23-30

LLL
VANGELO (Mt 19,23-30)
+ Dal Vangelo secondo Matteo
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: In verità io vi dico: difficilmente un ricco entrerà nel regno dei cieli. Ve lo ripeto: è più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entri nel regno di Dio.
A queste parole i discepoli rimasero molto stupiti e dicevano: Allora, chi può essere salvato?. Gesù li guardò e disse: Questo è impossibile agli uomini, ma a Dio tutto è possibile.
Allora Pietro gli rispose: Ecco, noi abbiamo lasciato tutto e ti abbiamo seguito; che cosa dunque ne avremo?. E Gesù disse loro: In verità io vi dico: voi che mi avete seguito, quando il Figlio dell’uomo sarà seduto sul trono della sua gloria, alla rigenerazione del mondo, siederete anche voi su dodici troni a giudicare le dodici tribù d’Israele. Chiunque avrà lasciato case, o fratelli, o sorelle, o padre, o madre, o figli, o campi per il mio nome, riceverà cento volte tanto e avrà in eredità la vita eterna. Molti dei primi saranno ultimi e molti degli ultimi saranno primi

20150818_064313

Buongiorno sono il sole…abbiamo appena salutato il ragazzo che se n’è andato via triste e Gesù è rimasto solo con il suo pugno di discepoli allibiti e sconcertati e pieni di preoccupazione sul loro domani; prima che se ne vadano via afflitti anche loro, Gesù ne approfitta per continuare la discussione sul tema, i loro occhi parlano da soli: aiuto! Si salvi chi può!!!
Nella vecchia traduzione del vangelo di oggi c’è scritto GESU’ FISSANDO LO SGUARDO SU DI LORO… come a dire GUARDANDOLI INTENSAMENTE, li riempie di sicurezza e li incoraggia: ragazzi miei, per gli uomini così come sono, pieni di tutto e pieni di sé, non è possibile ma per Dio TUTTO E’ POSSIBILE! E come volevasi dimostrare, come da copione già stampato, il capo banda, chiamasi Pietro, ha una delle sue uscite più brillanti…ma allora Gesù, noi che ti abbiamo seguito, che stiamo con te, che abbiamo lasciato tutto, noi che non abbiamo fatto come quel ragazzo che se n’è andato perché aveva tante ricchezze, noi che ti seguiamo ovunque vai, notte e giorno, a noi…cosa dai in cambio? Già glielo aveva detto l’altra settimana: ma ci sei o ci fai Pietro??? Dov’eri ieri? Dov’eravate ieri tutti quanti mentre parlavo a quel ragazzo? Quando è venuto da me con il suo album delle figurine completo per ricevere il premio ho detto che non si fanno le cose per contraccambio ma per generosità, lui si è perso la cosa più importante che è LO STARE CON ME, L’INCONTRO CON ME, IL FARE LE COSE PER ME, PER IL CRISTO, PER IL SIGNORE… Caro Pietro, se veramente hai in te la certezza di aver lasciato tutto mostra che il rapporto che hai con me fa RIGENERARE il tuo modo di essere, il tuo modo di vivere, il tuo relazionarti con gli altri, condividi quello che hai, condividi il respiro di Dio in te con il mondo intero. Pietro vivi in modalità on sul piano di Dio che è la tua vita, non sei tu che hai scelto me sono io che ho scelto te, usa bene le ricchezze che hai scoperto in te stando con me e donale a chi ti è accanto.
La bellezza passa per la rinuncia che, umanamente, è difficile, è a fondo perso, ma per chi ha messo i suoi passi sui passi del Cristo verso Gerusalemme è partecipazione alla vita stessa di Dio e allora TUTTO E’ POSSIBILE, LASCIA TUTTO E LUI TI DARA’ MOLTO DI PIU’! E’ più di una promessa è una certezza!
Ciao belli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...